La pizza unisce

Non è facile formare “la squadra”, ma quella attuale è decisamente la migliore che potessimo desiderare. Il grande patrimonio italiano della biodiversità rende il nostro paese l’indiscusso numero uno nel gusto e nel food. Le stesse “biodiversità” di chi lavora qui, percorsi e culture diverse unite dal più grande patrimonio italiano, la pizza.

Paolo

Ti presentiamo Paolo. Ha fatto varie cose fino al 2012, quando nasce Farina. Pensa che i suoi clienti siano i migliori e i più intelligenti del mondo. Veramente sai! Non è che lo dice qui per scrivere tre righe di presentazione, ne è proprio convinto. Se Farina funziona è perché ci sono i ragazzi qui sotto, lui li tiene un po’ a bada, comunica, amministra cose e fornitori ed indica missioni future.

Vale

Valeria

Ti presentiamo Valeria! E’ passata dall’azienda di cucine al Laboratorio di Farina con assoluta disinvoltura, come solo le grandi donne sanno fare! Compagna di Paolo nella vita e nel lavoro, oggi Valeria si dedica con amore e passione alla gestione degli impasti, del pane e di “Lisa”, il nostro lievito madre che – come tutte le cose preziose – necessita di costante dedizione. Tutti gli impasti di Farina hanno la sua impronta e…a proposito di mani, su i pollici!

John

Ti presentiamo John. Da Trento, ma pesarese d’adozione, sorriso contagioso e animo sportivo. Si avvicina con passione al mondo della pizza durante il suo percorso nella comunità di San Patrignano, fino a farne il suo lavoro qui da Farina. Con determinazione, curiosità e abili competenze, è il punto di riferimento per la gestione dei forni, delle farciture e per la formazione dei pizzaioli nuovi arrivati. La sua pizza è la “John Lo Pera da Trento”, sui nostri menù invernali.

Morro

Morro - Farina

Ti presentiamo Morro. E’ il veterano di Farina, aiuto pizzaiolo E’ qui dal 2013 ed inizia come lavapiatti.Dopo 5 anni di onorato servizio appende la lavastoviglie al chiodo ed inizia a stendere ed infornare. Sportivo e fisico da modello. Si narrano dritti in discoteca fino a che non sente il fischio dell’arbitro che da inizio a Milan-Juve. Quando lavora, a volte, nasconde il telefono con la partita fra il pomodoro e la mozzarella, ma se la cava sempre sorridendo e blaterando qualcosa di indefinito.

Giovi

Ti presentiamo Giovanni, classe ’98! Il nostro giovane cuoco, dopo l’Istituto Alberghiero, decide di inseguire i propri sogni e comincia ad esprimersi attraverso pentole, mestoli e fornelli. Ama stare dietro le quinte lasciando che siano i suoi piatti a parlare. Giovi è particolarmente appassionato al mondo dei dessert e dimostra le sue ottime doti tecniche in ogni piatto! Non chiederebbe aiuto neppure sotto tortura, ma imparerà, con la solita calma che lo distingue.

Bhatti

Ti presentiamo Bhatti, uno dei camerieri di Farina. Bhatti proviene dal Pakistan, e dice sempre che il suo sogno sarebbe stato quello di fare il politico o l’avvocato nel suo paese. Ci tiene a precisare che importanti personalità del mondo hanno proprio origini pakistane, un esempio? Il sindaco di Londra! All’inizio aveva un approccio un po’ militare con i colleghi. Poi ha capito quanto sia complesso far seguire le regole in questo paese e alla fine si è ammorbidito e si sta italianizzando anche lui. Dice che imparerà perfettamente la lingua quando troverà una fidanzata italiana.